20 e 21 Novembre BURNING BRIGHT THE DOORS TRIBUTE

BURNING BRIGHT

la sala apre alle 21.00 inizio concerto 22.15
prenotazioni 079/262556 – 320/8111019

doors 1imagesVoce: Lorenzo Monaci
Tastiere: Dodo Versino
Chitarra: Roberto Scippa
Batteria: Simone Quarantini

La storia dei Burning Bright comincia alle soglie del nuovo millennio, quando un giovane cantante di talento raduna quattro musicisti e tira su un gruppo musicale la cui media si aggira attorno ai vent’anni (con un batterista allora soltanto sedicenne). La somiglianza e soprattutto la passione del cantante per Jim Morrison indirizza da subito il gruppo nella scelta del repertorio, che si orienta principalmente verso la musica dei Doors. Dopo circa un anno e mezzo di prove alternate a qualche sporadico concerto, il gruppo si presenta una sera al Radio Londra Caffè, a quei tempi uno dei locali più attivi e vitali nel panorama musicale capitolino. Pochi giorni dopo il gruppo viene scritturato per un concerto e il 22 novembre 2001 debutta in quel mitico locale. Nei mesi successivi la band si esibisce anche al Geronimo’s Village, all’ Hard Rock Cafè e al Jailbreak, affermandosi come una delle tribute band più giovani del settore. Nel frattempo a Roma nasce un nuovo locale di musica dal vivo, la “Locanda Blues”, e il 5 gennaio 2003 viene inaugurato proprio con un concerto dei Burning Bright. Il concerto più grande avviene però fuori dalla capitale: all’inizio dell’estate il gruppo va in trasferta e si esibisce per più di un’ora alla Festa della Birra di San Vittore (VR), su un enorme palco all’aperto e con circa 5000 spettatori. Negli ultimi tempi, dopo una pausa necessaria all’ingresso di un nuovo chitarrista, la band è ripartita a pieno ritmo con numerosi concerti, suonando anche al Big Mama e Stazione Birra e registrando sempre il tutto esaurito. Da maggio del 2013, con la partenza del bassista Fabio Ponta, i Burning Bright sono diventati un quartetto, come erano i Doors originali  OVVERO SENZA BASSISTA.

 La sala apre alle 21.00 inizio concerto ore 22.15

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Login with Facebook: